APPARTENENZA

Immagine

Immagine8Sorella del mio gruppo mi appartieni e io ti appartengo oggi più di ieri.
Miei sono la felicità e il tuo dolore, le tue speranze e le tue delusioni;
le tue vittorie e le tue sconfitte; i tuoi giorni di sole, le tue notti insonni; il tuo bene e il tuo male; la tua vita e la tua morte.
Aiutami ad esserti sorella nella condivisione e discrezione, perché le mie parole ti siano favorevoli; la mia preghiera diretta e mirata; i miei gesti tessuti di sincerità; i miei pensieri amicali e buoni; i palpiti del mio cuore carichi di consolazione.
Io accetterò di appartenerti nella libertà e verità senza diventare tuo possesso; nel rispetto della gelosia del Padre per ogni sua creatura, nella spontaneità dell’essere che è dono e luce per i semplici di cuore.
Forse, soltanto così, vedremo sciogliersi i ghiacciai, le montagne abbassarsi, raddrizzarsi i sentieri e le valli riempirsi di frutti.
Vedremo fiorire i deserti nelle stagioni della vita e le relazioni scorrere come limpide acque al sole.
Impariamo a costruire rapporti di amore nel tempo che ci è dato;  a guardarci negli occhi senza ipocrisia; a scendere dagli occhi al cuore sapendo che nulla potrà ferirci se daremo di cuore il perdono.
Lasciamo che il Regista degli incontri sia sempre e solo Lui: il nostro Creatore e Redendore; coltiviamo piuttosto la cultura del santuario dell’anima e del corpo nella reciprocità che fa crescere persone forti.
Io credo, infatti, ho sempre creduto ai miracoli dell’amore e lo stupore quotidiano sarà premio alla fatica.

Leggi tutto