Dio piantò un giardino

LA BIBBIA: STORIA E RIVELAZIONE
Siamo ormai alla linea di partenza di un nuovo anno pastorale e catechistico. Oltre che a fare rifornimento di entusiasmo, ottimismo e tanta Grazia di Dio, è buona cosa equipaggiarsi di sempre nuovi strumenti che ci accompagnino nel nostro impegno apostolico e di evangelizzazione. Il volume Breve storia d’Israele,delle Edizioni Terra Santa, vuol essere di aiuto a chi si accosta alla Bibbia con senso critico, cercando non solo il messaggio religioso, ma anche le coordinate storico-geografiche. Un lavoro integrato dal dvd: Dio parla, utile per insegnanti, catechisti e per quanti desiderano una guida semplice e pratica che li accompagni nella comprensione dell’Antico Testamento. L’autore Vincenzo Lo Passo ha voluto vagliare, di volta in volta, l’attendibilità storica dei testi in base a documenti extra- biblici e archeologici. Una guida semplice e pratica che aiuta a superare le prime difficoltà poste dalla datazione e dalla natura dei testi della Sacra Scrittura, un facile raffronto storico-letterario che sa suscitare sempre nuove domande di senso e di fede.
Altro interessante sussidio è Atelier della Bibbia edizioni Dehoniane che si rivolge a chi fa parte o si ritrova a guidare gruppi biblici e liturgici, centri di ascolto del Vangelo e a giovani o adulti che affascinati dalla Bibbia desiderano divenire lettori consapevoli, perché il “ tessuto della Scrittura” possa aprirsi alla possibilità di farsi “Parola da indossare”. L’autrice Anna Maria Corallo propone un percorso lineare ed efficace per apprendere un processo interpretativo applicato soprattutto ai testi del Nuovo Testamento. Ogni bravo sarto sa che un capo di abbigliamento comodo e piacevole non è l’improvvisato affaccendarsi tra stoffe e aghi, ma è un’arte che richiede competenze e conoscenze. Allo stesso modo, entrare in dialogo con un testo biblico non è un operazione magica, ma il risultato di un apprendistato che richiede pazienza, passione e impegno. E non è cosa strana paragonare un testo scritto ad un tessuto di stoffa, visto che la parola latina textus, dalla quale deriva “testo”, è la stessa dalla quale proviene il termine tessuto. In fin dei conti è solo questione di cosa si intreccia: parole o fili! E allora non ci resta che metterci in cammino e… all’opera! Per divenire sempre più donne capaci di Vangelo!

R.G.

Precedente MARIA E L’ISLAM Successivo Esercizi Spirituali di Papa francesco