Pentecoste

Lo Spirito Santo

Pensieri del Beato Alberione

* Lo Spirito Santo si è trasfuso nelle Sacre Scritture e nei libri dei santi. Andiamo alla fonte, andiamo a cercare l’acqua limpida dove è sgorgata, là alla fonte di ogni bene: “ Fons, ignis, caritas”, là nello Spirito Santo.

* La Chiesa, maestra dell’umanità, è illuminata dallo Spirito Santo. Essa ha due nemici: l’errore e l’ignoranza. Essa non rifiuta, ma esamina, eleva ed adopera ogni scoperta, ogni sapere, ogni scienza umana e divina, perché tutto è prezioso contributo per il suo insegnamento.

 * Per guidare ci vuole: il sapere, il volere e il buon criterio e poi stare sempre un po’ indietro. Scoprire lo stato dell’anima e l’azione dello Spirito Santo per assecondarla.

 * Lo Spirito Santo non sta solamente nella responsabile generale o provinciale o locale, ma anche nei membri. Perché il Concilio ecumenico? Perché i membri dicano cosa ha ispirato loro il Signore.

 * La liturgia è il libro dello Spirito Santo, come il creato è il libro del Padre e la Sacra Scrittura è il libro del Figlio.

 * Le preghiere di Maria hanno accelerato la discesa dello Spirito Santo e la nascita della Chiesa. …Ritirarsi con Maria nel Cenacolo.

*  … Contate molto sullo Spirito Santo che è in voi; che illumini, che insegni  le vie, che conforti, che porti grazia particolare anche a quelli che devono accoglierci, perché il vostro passaggio è il passaggio di una grazia.

*  La santità è frutto dello Spirito Santo, e lavorare per farsi santi è la migliore corrispondenza all’opera dello Spirito Santo.

 * La  santità sta nell’essere penetrati dallo Spirito Santo. Ebbene, la carità è Spirito Santo: “ Deus caritas est” (1 Gv 4,8.16) Ecco quindi che l’amore è la via alla santità.

 * La via dei perfetti è la via della semplicità: amore di semplicità. La loro orazione è orazione di semplicità; la loro devozione è lo Spirito Santo.

* Nota il Vangelo che i più grandi misteri si operano nel silenzio. In cielo il Padre ammira, contempla e ama il Figlio nel silenzio. Il Figlio ammira, contempla il Padre e lo Spirito Santo nel silenzio; lo Spirito Santo ammira, contempla, adora e ama il Padre e il Figlio nel silenzio. … Le anime che parlano molto, lasciano perdere tutto, la grazia del Signore passa senza che loro sappiano accoglierla.

 * L’uomo è una proiezione meravigliosa della santissima Trinità, quindi fatto ad immagine e somiglianza di Dio uno e trino: Padre, Figlio e Spirito Santo.

 * Quando non c’è abbastanza Spirito Santo, c’è molta attività esteriore… Quando un’anima è ripiena di Spirito Santo ha un modo di ragionare, di comportarsi e di operare che sembra presti la bocca e le mani a Dio.

Precedente Insieme Successivo Al centro la parola di Dio